Questo sito utilizza cookie tecnici necessari al funzionamento. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o a ad alcuni cookie, consulta la cookie policy

Cosa facciamo

Marocco

Cosa abbiamo realizzato

 

Il Marocco è un polo importante, come paese di emigrazione massiccia verso l’Italia e come sponda sud del Mediterraneo. RE.TE. vi ha incentrato due diversi percorsi di cooperazione basati sull’artigianato come esperienza di economia solidale e cooperativa.

Il primo ha avuto luogo dal 2000 a Kouribgha (Casablanca), centro dell’emigrazione verso il Piemonte e di estrazione dei fosfati per l’esportazione che non lasciano ricchezza agli abitanti. Vi sono coinvolte le cooperative di donne rurali, spesso capofamiglia, formate come artigiane tessitrici e sarte e produttrici di tappeti, coperte ed abiti equi e solidali. Le cooperative stanno vivendo un percorso di messa in rete e di diffusione dei propri prodotti in Marocco e in Italia.

Il programma cofinanziato dalla Regione Piemonte “Interventi di qualificazione professionale e di sostegno a scelte migratorie consapevoli”, ha sviluppato e consolidato le linee di intervento introdotte nel 2008 da una rete di 5 Ong piemontesi. In particolare ha agito su tre filoni:  qualificazione professionale, consapevolezza dei percorsi migratori, start-up imprenditoriale. Tali settori sono orientati a sostenere la consapevolezza dei percorsi migratori e l’autoimprenditorialità in loco quale sostenibile alternativa a scelte migratorie talvolta non consapevoli e responsabili.
Le azioni hanno sviluppato percorsi di formazione qualificanti per le competenze delle donne coinvolte, accompagnandole nella transizione dal lavoro informale al lavoro formale e supportandole nell’avvio di attività imprenditoriali locali, fonte di reddito per se stesse e di sviluppo economico per l’area. Inoltre sono state sostenute ed accompagnate le proposte dell’autoimprenditorialità attraverso il supporto finanziario a microprogetti di start up di iniziative imprenditoriali proposte in loco da parte di donne beneficiarie della formazione o di giovani coinvolti nei percorsi di sensibilizzazione e accompagnati nella progettazione del proprio futuro.

Il secondo intervento ha avuto luogo a Tamesloht (Marrakesh), in una delle province più povere del Marocco; Tamesloht è una cittadina dormitorio che ha perso nel tempo il suo ruolo storico e culturale diventando sempre più un sobborgo – dormitorio di Marrakesh. Tamesloht presenta un notevole patrimonio architettonico da preservare, tra cui spicca il complesso della Zauia.
RE.TE. ha realizzato la qualificazione professionale e commerciale di giovani disoccupati di ambo i sessi ed esperti artigiani nel campo della ceramica tradizionale. Il programma si è ampliato nel recupero e miglioramento di tutte le attività tradizionali artigianali, nella valorizzazione urbanistica ed architettonica dei quartieri storici e di recente creazione del centro urbano, nello sviluppo solidale delle produzioni agricole locali ed in particolare dell’olio e delle olive; il tutto con una profonda attenzione alla sostenibilità ambientale e con l’obbiettivo di ridurre l’inquinamento in corso del territorio.

L'azione ha proposto un modello di sviluppo rurale alternativo all’interno di un paese di grandi disuguaglianze, un esempio di gestione di attività rurali sostenibili come alternativa all’emigrazione. Si è sviluppato l’artigianato come fonte di impiego e di reddito, valorizzando la realtà esistente, migliorando le tecniche di lavoro, le condizioni lavorative ed ambientali, migliorando la formazione delle nuove generazioni nel campo della ceramica, al fine di recuperare la tradizione locale e offrire loro migliori possibilità lavorative.

I risultati ottenuti sono:

a) la miglior qualità della materia prima e della produzione per una maggior commercializzazione,

b) l’organizzazione sociale e l’incoraggiamento dello sviluppo di cooperative,

c) la costruzione di spazi di formazione professionale.

Il progetto di cooperazione decentrata “Sostegno alle attività artigianali e rafforzamento della commercializzazione nel Comune rurale di Tamesloht” ha avuto lo scopo di migliorare le condizioni socio-economiche della comunità rurale e urbana di Tamesloht attraverso il recupero, la conservazione e il miglioramento delle attività produttive tradizionali. Sono state incrementate le attività di generazione di reddito nella comunità mediante la valorizzazione delle risorse artigianali esistenti, con il valore aggiunto dell’ammodernamento, la razionalizzazione nell’utilizzo delle risorse naturali del territorio e la professionalizzazione di settore con particolare riferimento alle nuove generazioni e alle donne. La professionalizzazione dei giovani e la riqualificazione dei maestri artigiani, unite all’ammodernamento delle strutture produttive consortili secondo una visione sostenibile delle risorse del territorio ha permesso di potenziare la commercializzazione verso l’esterno dei prodotti di qualità.

 

Altro in questa Area Geografica « Mali Mozambico »

RE.TE. ong via Norberto Rosa 13/a 10154 Torino Tel: +39 011 7707388 Fax: +39 1782725520 reteong@reteong.org